graph study project design
Coaching University
il tuo cammino per diventare Coach inizia da qui
Coaching University » articoli
Come scegliere una scuola di Coaching

Il Coaching è un mondo in continua espansione e oggi scegliere un corso per diventare Coach sta diventando difficile. Dato che la professione di Coach non è protetta da alcun albo, scuole di PNL possono promuovere corsi di Coaching che non rispettano, ad esempio, gli standard qualitativi di ICF – International Coach Federation.
Non esistono linee guida sul business o sul life Coaching dettate dal Ministero e si rischia dunque di apprendere un metodo di Coaching “fatto in casa” o che non c’entra nulla con la professione.
Ecco alcuni consigli per scegliere una scuola di Coaching. La scuola di Coaching dovrebbe avere quanto segue:

• Un corso basato sulle 11 competenze di ICF. In questo modo siete sicuri che non si tratta di corsi di PNL o altre metodologie che, seppur valide, nulla hanno a che fare con il Coaching. Sarà anche più facile, per chi dopo il corso desidererà certificarsi come Coach presso ICF, essere ammessi.
• Un corso spalmato su diversi fine settimana, meglio se almeno con 16 giornate. Alcuni corsi sono pubblicizzati come corsi di Coaching “intensivi” di una settimana, tutti i giorni: questo però non è molto efficace, perché il Coaching è una disciplina prettamente pratica e richiede tempo per essere assimilata ed allenamento. Un corso che propone lezioni in aula un fine settimana al mese, ad esempio, permette alle persone di fare sessioni di Coaching di allenamento al di fuori della scuola, studiare i testi, fare esercizi e portare poi i dubbi e le difficoltà in aula per crescere. La lunghezza è un altro fattore importante: un corso di Coaching troppo breve non riesce ad allenare le persone a diventare Coach efficaci.
Docenti certificati ICF con solide basi di Coaching. In questo modo sapete che state apprendendo un solo metodo. Inoltre, controllate su Internet il sito web del Coach, cosa ha pubblicato, cosa scrive, per vedere se il suo stile è per voi ideale e se ha le caratteristiche che cercate: un Executive Coach non si concentrerà molto sul mondo del Life Coaching, e viceversa un Life Coach potrebbe non sapere molto del Business o Corporate Coaching. Il Coaching è una metodologia universale, però potreste non riuscire a scoprire, ad esempio, quali sono le opportunità di mercato o non riuscirete ad allenare particolari questioni che emergono in una sessione di Coaching, ad esempio, con un manager.
• Tematiche legate, alla base, al modello di conversazione di Coaching. Esistono corsi di Coaching che promettono di farvi correre una maratona: sarebbe come proporre un corso di laurea in psicologia con la promessa di farvi passare un mese nella giungla, per rendere più forte la vostra mente. Il Coaching è una disciplina molto seria, che non ha bisogno di spettacolarizzazione, soprattutto in un corso tecnico: guardate il programma, assicuratevi che si parli di sessioni di Coaching, modello di conversazione di Coaching, domande, ascolto attivo e tante altre caratteristiche essenziali per un Coach.